Stefano Dindo Web & Technology Life Style

31Aug/100

8 Ragioni per cui un’azienda deve avere una Mobile App

Oggi voglio condividere con voi una domanda ricevuta qualche giorno fa, all'interno di una lunga ed interessante mail, dal Signor. Franco in merito ad alcuni suoi dubbi sul mondo della telefonia mobile e della crescente attenzione degli utenti per il mobile internet.

La domanda rappresentativa dell'intera mail del Signor Franco è la seguente:

[…] "Perché un'azienda dovrebbe investire per lo sviluppo di un'applicazione mobile ? "[…]

La domanda è sicuramente impegnativa e una risposta precisa non esiste in quanto i fattori in gioco sono molteplici e meriterebbero un'analisi approfondita caso per caso… premesso questo, cercherò di rispondere in maniera generica e nel modo più attendibile possibile a questa domanda che ultimamente è molto frequente nelle menti di molti imprenditori, liberi professionisti ecc… prima di entrare nel merito della risposta, vorrei fare una piccola divagazione numerica.

Alcuni numeri

  • Il numero di smartphone venduti nei vari paesi è in continua crescita e l'Italia (Stranamente) primeggia in questa classifica (via Mashable)
  • Le applicazioni scaricate per la piattaforma Android saranno più di 800 milioni nel 2010
  • iPhone è sempre la piattaforma mobile di riferimento con un database di applicazioni superiore alle 200000 Apps.
  • Dall'inizio del 2010 ad ora sono state scaricate dall'App Store più di 3 miliardi di applicazioni
  • ABI Research prevede che per la fine del 2010 saranno scaricati oltre di 6 miliardi di Apps

Con questi numeri è comprensibilissima la domanda posta dal Signor Franco e soprattutto è comprensibile l'interesse verso il mobile computing.

Risposta:

I numeri visti precedentemente indicano come il mercato delle Applicazioni mobili, e quindi l'intero mondo mobile, sia un mercato appetibile a tutti evidenziando come la presenza nel settore delle mobile Apps sia fondamentale per un'azienda… ma proviamo a spiegare il perché i motivi per cui la presenza nei vari Mobile Store come l'Apps Store di Apple e l'Andorid Market di Google sia vantaggiosa per un'azienda:

  1. Visibilità: I dati visti in precedenza fanno capire come il numero di ricerche all'interno degli Apps Store sia molto elevato e quindi, comparire tra i risultati di ricerca, rappresenta un'ottima pubblicità per un'azienda.
  2. Aumento del valore del Brand: Avere la propria applicazione è indice di un'azienda dinamica, sempre attenta all'evoluzione della tecnologia e al passo con i tempi valori che aumentano di molto l'autorità del Brand Aziendale.
  3. Futuro: avere la propria applicazione in questi negozi è indice di come l'azienda sia reattiva, sempre pronta allo sviluppo di nuove idee in ottica futura del mercato.
  4. Copertura mediatica: il 75% del pianeta non è ancora connesso ad internet, con il mondo mobile possiamo raggiungere anche l'utenza con scarsa connettività internet, cogliendo quindi ogni opportunità possibile per il nostro business.
  5. Si porta il proprio brand direttamente negli smartphone dei clienti: Come abbiamo visto prima, il numero di smartphone venduti è sempre in continua crescita ed, essere presenti nei mercati delle applicazioni dei vari produttori telefonici comporta la possibilità far conoscere il proprio brand direttamente nel telefono dell'utente.
  6. Facilità di condividere i propri contenuti con quelli degli utenti mobili: poiché l'applicazione permettono molta creatività è possibile realizzare Apps apposite per comunicare direttamente con i clienti senza dover ricorrere ad altri mezzi come mailing list, messaggi sul cellulare ecc.
  7. Capacità di differenziarsi dai concorrenti: Sicuramente al momento attuale i vostri concorrenti non avranno un'Apps quindi essere i primi a pubblicizzare questa notizia aumenterà il vostro valore nei confronti dei potenziali clienti.
  8. Crescita del mercato mobile: Il mondo mobile cresce molto più velocemente rispetto ad Internet e sempre di più l'utente sostituisce un classico cellulare con uno smartphone diventando un elemento insostituibile nella vita professionale di un utente che con il suo smartphone può ricevere mail, lavorare, e divertirsi.


Come avete letto sviluppare la propria applicazione porta numerosi vantaggi in termini di visibilità, Valore di Branding ecc… Ricordate che dovete sviluppare un'Apps SOLO se siete in grado di offrire ai vostri clienti un valore aggiunto e NON per soli scopi pubblicitari altrimenti rischierete di diminuire il vostro valore invece che aumentarlo.

Le regole per avere successo, in termini di visibilità, fama ecc nei vari Apps Store ( Apple o Google in primis) sono paragonabili al lavoro che ogni giorno svolgete per primeggiare nei motori di ricerca e sono:

  1. Esperienza Utente (User Experience): Applicazioni che aggiungano valore nella vita dell'utente
  2. Facilità d'uso
  3. Completezza: i servizi offerti dalle applicazioni devono essere completamente funzionanti nel loro insieme e non incomplete.
  4. Freschezza: intesa come applicazioni vive e sempre in evoluzione (nel caso del SEO si intendono news sempre nuove)

In conclusione, quello che poteva sembrare un'etica solo per la rete Web si sta trasmettendo ovunque attribuendo sempre più potere all'utente che, in base alle proprie scelte , influisce nel successo di un brand rispetto ad un altro.

In conclusione ritengo che lo sviluppo di un' Apps per il mondo mobile deve essere eseguita pensando al bene degli utenti senza pensare ai benefici derivanti da un'Applicazione di successo… quindi ricordate: l'utente prima di tutto!

Voi che ne pensate?

Sei interessato all'argomento e vuoi discuterne con un esperto... Contattami!

23Aug/100

Schedulare l’invio e la ricezione della posta elettronica in GMail

Quasi a tutti sarà capitata almeno una volta l'esigenza di schedulare l'invio o la ricezione dei alcune email ... fino a qualche giorno fa per eseguire questo tipo di attività bisognava ricorrere a svariati trucchi come la schedulazione di un vento sul calendario con notifica email a più destinatari di posta .... ora grazie a Boomerang Extension per Chrome e Firefox questo tipo di trucchi non servono più. Infatti,

con Boomerang Extension sarà possibile schedulare l'invio e la ricezione della posta direttamente da GMail.

Una volta installata (troverai le informazioni per l'installazione nel seguito di questo post) l'estensione nel browser, ed eseguito il logout/login dal vostro account GMail, saranno visibili due nuovi pulsanti:

  • Send Later in fase di invio della posta. Utilizzando questo pulsante sarà possibile pianificare quando spedire la mail.

  • Boomerang per la posta in arrivo. Utilizzando questa funzione sarà possibile pianificare quando ricevere la posta elettronica.

Nel caso di invio della posta le opzioni disponibili, premendo il pulsante Send Later, sono:

  • In one hour: selezionando questa voce l'email sarà inviata un'ora dopo .
  • In two hours: selezionando questa voce l'email sarà inviata due ore dopo.
  • In four hours: selezionando questa voce l'email sarà inviata quattro ore dopo.
  • Tomorrow morning: selezionando questa voce l'email sarà alle ore 5.00AM seguente.
  • Tomorrow afternoon: selezionando questa voce l'email sarà inviata allre ore 12.00AM del giorno seguente.
  • In two days: selezionando questa voce l'email sarà inviata due giorni dopo.
  • In a week: selezionando questa voce l'email sarà inviata una settimana dopo.
  • In a month: selezionando questa voce l'email sarà inviata un mese dopo.
  • At a specific time: selezionando questa voce sarà possibile specificare giorno, ora dell'invio dell'email.

Per poter usufruire di invio schedulato delle mail bisogna procedere come descritto di seguito:

  1. Scrivere tutte le informazioni che compongono la mail: Mittente, CC, Oggetto, Corpo della mail e aggiungere eventuali allegati
  2. Salvare la mail
  3. Selezionare la schedulazione della mail più adeguata tra le opzioni viste in precedenza
  4. A questo la mail sarà salvata e inviata alla date e ora schedulata... se per qualche motivo riaprite la mail la schedulazione verrà persa quindi, nel caso necessitate di fare le modifiche dovete eseguire nuovamente il passo 3 dopo aver salvato le modifiche.

Per quanto riguarda la ricezione schedulata, che fornisce le medesime opzioni di pianificazione viste in precedenza, bisogna:

  1. Aprire l'email di interesse tra la posta in arrivo
  2. Cliccare sul pulsante Boomerang (Vedi la seconda delle due immagini precedenti)
  3. Selezionare, tra le impostazioni, quando ricevere la posta
  4. A questo punto non sarà più disponibile l'email nella posta in arrivo ma la mail vi sarà nuovamente recapitata il giorno che avete definito in precedenza.

Quando si esegue la schedulazione della posta in arrivo l'estensione semplicemente svolge per voi il compito di inserire il messaggio che schedulate tra la posta preferita (Starred) e poi lo ripropone nella posta in entrata come non letto.

Filed under: Google Continue reading
16Aug/100

Google presenta Voice Actions e nuove Apps per Android OS

Nella mattinata di Giovedì 12 Agosto 2010 Google ha presentato, negli uffici di San Francisco, alcune nuove Apps per Android OS quali:

  • Voice Action
  • Gesture Search
  • Chrome to Phone

in questi giorni ho testato queste nuove funzionalità per valutarne le potenzialità e migliorare il mio Nexus One.

Scopriamole insieme:

Voice Action

Voice Action è un aggiornamento dell'applicazione di Android OS per le ricerche vocali di contatti, applicazioni e pagine web. Con la nuova versione è possibile attivare alcune azioni dello smartphone mediante comandi vocali; infatti, sarà sufficiente parlare per ottenere indicazioni stradali, avviare il lettore musicale (non funziona su quello nativo, è necessario installare Pandora, last.fm o altro), scrivere sms, navigare o cercare qualche cosa su Google, scrivere delle note e chiamare dei contatti in rubrica oppure dei numeri aziendali di cui si conosce solo il nome e non il numero( in questo caso per identificare il numero verrà eseguita una ricerca in Google).

Questa feature è stata rilasciata per anticipare le funzionalità del futuro Windows Phone 7.

Voice Action necessita di Android 2.2 (Froyo) e per utilizzarla è necessario impostare i comandi vocali nella lingua inglese (Attualmente è l'unica lingua supportata); per fare ciò è necessario entrare nelle impostazioni > impostazioni vocali > Riconoscimento Vocale > Lingua e qui impostare Inglese (US).

Riporto nel seguito la lista di comandi vocali:

  • Spedire SMS: dire: "send text to [destinatario] [messaggio]"
  • Spedire E-Mail: dire "send email to [destinatario] [Oggetto] [messaggio]"
  • Chiamare un contatto: dire "call [nome contatto] [tipo telefono]"
  • Chiamare un numero Business: dire "call [Business Name] [location]"
  • Ascoltare musica: dire "listen to [artista/Titolo della canzone/album]"
  • Visitare sito web: dire "go to [indirizzo web/neme del sito se famoso]"
  • Scrivere delle note: dire "note to self [messaggio]"
  • Visionare un a mappa: dire "map of [Indirizzo/città]"
  • Ottenere delle indicazioni stradali: dire: "navigate to [indirizzo/città/ oppure nome di un locale]"

Dai test condotti sono rimasto molto sorpreso dalla precisione con cui vengono compresi i comandi vocali e dalle molte funzioni attivabili in questo modo, il difetto attualmente imputabile a Voice Action è il solo supportate alla lingua inglese che spero venga superato velocemente con il supporto ad altre lingue poichè non è sempre possibile inviare email o sms solo in lingua inglese :-)


7Aug/105

Come installare Froyo su Nexus One Vodafone

Da qualche settimana Google ha rilasciato l'aggiornamento ufficiale di Android 2.2 Froyo per Nexus One con Brand Vodafone. Solitamente, per i sistemi Android, gli aggiornamenti vengono rilasciati via OTA (Over The Air) ma, vista la lentezza delle reti, BigG ha deciso di rilasciare l'aggiornamento via internet.

Ma vediamo subito la procedura di installazione:

  1. Scaricare Android Froyo 2.2 dal seguente link.
  2. Rinominare il file compresso appena scaricato in update.zip. Per gli utenti Windows rinominare il file solamente come update (senza estensione altrimenti il sistema operativo rinominerà il file come update.zip.zip).
  3. Collegare il Nexuson One al computer o Mac tramite cavo usb oppure tramite WiFi. Per trasferire il file dal Computer al Nexus One, via Wifi, è necessario installare, tramite l'Android Market, il software SwiFTP con il quale configurare lo smartphone come un server FTP.
  4. Copiare il file nella cartella principale della Micro-SD.
  5. Spegnere lo smartphone.
  6. Avviare il Nexus One in modalità Recovery (recovery Mode). Per avviare il dispositivo in questo modo è sufficiente tenere premuto il tasto di accensione e trackball fino all'avvio di una schermata del sistema.
  7. A questo punto selezionare la voce BootLoader e confermare con il tasto di accensione.
  8. Avviare il Google Phone in modaità recovery la quale potrebbe mostrare dei messaggi di errore.
  9. A questo punto premere contemporaneamente il tasto di accensione e il Volume +.
  10. Nella nuova schermata cliccate con il trackback su Apply Sd-Card: update.zip.
  11. Attendere il completamento dell'aggiornamento
  12. Dopo il riavvio automatico della fase di installazione, consiglio sempre un nuovo riavvio in modo tale da velocizzare le operazioni iniziali.

Come avete visto la procedura di installazione è abbastanza semplice anche si gli utenti, soprattutto quelli meno esperti, avrebbero gradito maggiormente un upgrade tramite OTA.

Va segnalata la scarsa diffusione del rilascio dell'aggiornamento ufficiale per il Nexus One brandizzato Vodafone... infatti, un utente poco esperto e poco attento alle versioni di sistema operativo potrebbe gradire una segnalazione di segnalazione del rilascio del sistema operativo soprattutto per aggiornamenti importanti come questo che porta in dote più velocità e reattività allo smartphone, come largamente discusso nel precedente post.

Ricordo che questa procedura è valida, ed è stata testata, solo per il Nexus One... per altri smartphone dotati di sistema Android la procedura potrebbe essere diversa.