Back To the Mac: le mie impressioni

Posted by Stefano |14 Oct 10 | 0 comments

Ieri, 13 Ottobre 2010, Apple chiama a raccolta tutti i giornalisti per l’evento del 20 Ottobre intitolato Back to the Mac… i rumors si fanno sempre più intensi ed impazza,in rete, la “mac scommessa” su cosa Steve Jobs presenterà tra qualche giorno.

Cerchiamo di capire, mediante l’immagine d’invito, cosa  “zio Steve” potrebbe presentare a breve… nella mia fantasia, l’immagine lascia pensare ad una presentazione concentrata principalmente su tre argomenti (due dei quali sicuri):

  1. Hardware in quanto l’immagine è principalmente di color grigio facendo pensare all’alluminio e quindi a qualche nuovo prodotto.
  2. Touch: il logo leggermente in primo piano lascia pensare a qualche dispositivo controllabile tramite pressione.
  3. Mac OSX 10.7: è il segnale più facile da interpretare in quanto è ben evidente un Leone chiaro riferimento al nuovo sistema operativo.

Vediamo ora di approfondire questi tre aspetti.

Hardware

Per quanto riguarda l’hardware Mac mi aspetto (sicuramente) un nuovo Macbook Air con display da 11,6″ e realizzato (spero) con tecnologia Liquid Metal … mentre, per quanto riguarda il resto della gamma di Macbook Pro non mi aspetto grosse novità ma solo dei semplici speed bump con l’introduzione di processori Intel i3 sui macbook pro 13 pollici.
Secondo me altre novità hardware non ci saranno in quanto il mercato non è ancora maturo per dispositivi Touch di uso comune.

Touch

Qualche settimana/mese fa su internet è stato illustrato un brevetto Apple relativo ad un iMac con schermo reclinabile e sensore di movimento per attivare una modalità Touch quando lo schermo è in posizione orizzontale mentre torna ad essere un iMac normale quando è in posizione verticale (vedi figura seguente).

Questo, a mio avviso, è la visione futura del mondo Mac con dispositivi controllabili e gestibili direttamente con le mani. A mio parere, questo tipo di dispositivi non saranno presentati in quanto il sistema operativo Touch (Mac OSX 10.7) non è ancora disponibile e, questo tipo di dispostitivi saranno commercializzati solo con un sistema operativo perfettamente compatibile… la Touch Era sarà, a mio avviso, il messaggio che rimarrà  nell’aria alla conclusione del Keynote.

Mac OSX 10.7 Lion

Mac OSX 10.7 Lion è l’aspetto che maggiormente attrae il mio interesse per il prossimo keynote; infatti, sono curioso di vedere alcune anticipazioni di come Apple interpreta il futuro dei sistemi operativo (di google conosciamo già qualche cosa). La cosa certa (secondo me) della presentazione è che non ci sarà alcuna live demo di Mac OSX 10.7 in quanto, come detto precedentemente, significherebbe l’impiego di dispositivi interamente Touch.

Quello che mi piacerebbe vedere, o sentire, al Keynote del 20 Ottobre in merito a Lion sono i seguenti aspetti:

  • Sistema operativo interamente a 64bit in quanto snow Leopard ha il kernel nativo a 32bit (E’ un aspetto certo).
  • Un sistema operativo più reattivo, con tempi di start-up ridotti al minimo.
  • Un sistema operativo orientato al Web e al Cloud Computing, magari con qualche accenno ad iWork cloud.
  • L’abbandono della dashboard per lasciare spazio ad un ambiente in cui interagire con le applicazioni iPhone, iPad ecc.
  • iTunes trasferito nel cloud computing.
  • Ovviamente, per quanto detto prima, un sistema operativo che fa del multi-touch un elemento portante delle sue funzionalità.

Queste a grandi linee le mie attese per il keynote del prossimo 20 Ottobre… forse ci sarà spazio anche per le nuove versioni di iLife e iWork ma preferisco immaginare ad un evento interamente concentrato concentrato su questi due aspetti con qualche allusione al terzo (che nell’elenco è il secondo).

Voi cosa immaginate per il 20 di Ottobre?


No Responses

Leave a Reply