iPad2: La prova

Posted by Stefano |08 May 11 | 0 comments

Finalmente dopo settimane di intenso utilizzo posso scrivere una breve recensione sull’iPad2!

Come affermato spesso sul web da altri siti, l’iPad2 è un’evoluzione del precedente modello e non una rivoluzione come tutti si aspettano sempre da Apple…per questo motivo in questo articolo troverete considerazioni sugli aspetti che differenziano l’iPad prima generazione dal nuovo modello.

PRESTAZIONI

Il nuovo tablet di Apple è dotato di un processore Apple A5 Dual-Core con frequenza da 1GHz e di 512MB di RAM DDR2 a basso consumo La CPU A5, che è in realtà un vero e proprio system on chip,non ha nulla a che spartire con il predecessore Apple A4 infatti, si basa sull’architettura ARM Cortex A9. Questo cambiamento oltre alla presenza di un processore dual-core introduce un altro aspetto interessante che è un sottosistema grafico , basato su Power VR SGX 543MP, anch’esso di tipo dual-core, che incrementa le prestazioni grafiche fino a 9 volte rispetto al modello precedente.

L’ upgrade prestazionale dell’iPad2 ha permesso di raggiungere ottimi risultati, permettendo agli utenti di realizzare dei montaggi video o registrare fino a 8 tracce musicali direttamente sul tablet … funzioni meravigliose se consideriamo che, fino ad un anno, la categoria dei tablet praticamente non esisteva.

Ovviamente non tutti gli utenti svolgono attività così complesse … quindi per gli utenti normali un aumento di prestazioni di questo tipo si rispecchia sottoforma di un dispositivo più reattivo e veloce nell’apertura, esecuzione e switching tra le app…

La mia esperienza in questo periodo, in cui mi trovo spesso a partecipare a riunioni,eventi è di un prodotto performante e molto flessibile che non fa sentire la mancanza di un notebook per premere appunti, spedire mail e fare delle presentazioni al volo poichè tutte le app rispondono più velocemente riducendo i tempi morti nel passaggio da un’app all’altra cosa che durante eventi avviene spesso vista la necessità di utilizzare App diverse durante un evento come Evernote, Things, twitter, mail e Safari.

MOBILITÀ

Pur avendo mantenuto pressochè le dimensioni del modello precedente il lavoro in movimento è più agevole… infatti, basta prenderlo in mano per rendersi conto che lo spessore e il profilo posteriore sono molto diversi. Il nuovo modello è spesso 8,8 mm contro i 13,4mm del predecessore ed ha una linea molto più sfuggente che a primo impatto induce l’utente a credere di avere meno sostanza tra le mani… in realtà non è vero e la riduzione di peso (da 730gr dell’iPad prima versione agli attuali 613gr) e le linee più sottili lo rendono molto più maneggevole e meno “stancante” per un lungo utilizzo senza sostegni.

Questi fattori rendono, per il mio utilizzo, l’iPad2 il dispositivo mobile ideale per le mie esigenze… anche perchè, grazie ad una connessione dati con 3 Italia, posso accedere ai dati memorizzati su sistemi cloud e lavorare alla grande sempre ed ovunque veramente con il minimo ingombro e pochissimo peso con me.

CAMERA

Eccoci al vero punto dolente dell’iPad2 … le fotocamere…. La fotocamera posteriore permette di scattare foto e filmati a 720p con 30 frame al secondo mentre, quella anteriore è una webcam a risoluzione Vga per le videochat.

La risoluzione della fotocamera principale è di 1Mpixel… i video vengono catturati ad una risoluzione di 1.280×720 mentre le foto a 960×720 punti.
Indipendentemente dalla risoluzione gli scatti appaiono di discreta qualità ma non al livello che mi sarei aspettato…. soprattutto perchè l’iPhone 4 ha una fotocamera qualitativamente elevata….

Per quanto riguarda una bassa risoluzione posso accettarla nella Webcam in quanto viene utilizzata in video chat, che possono essere fatte sfruttando gli abbonamenti dati degli operatori mobili, e quindi avere una bassa risoluzione permette una trasmissione più veloce… mentre, per quanto riguarda la fotocamera posteriore un po più di qualità non sarebbe guastata… vero che l’iPad non deve sostituire una fotocamera digitale ma per quelle poche volte che si vogliono immortalare dei momenti,e si dispone solo dell’iPad2 a portata di mano, dover accettare una qualità inferiore non è proprio piacevole.

Qui di seguito potete vedere un confronto tra la fotocamera del mio iPhone4 e quella dell’iPad2 fatte sullo stesso soggetto e con condizioni di luce ottimali.

Foto Scattata con iPad2

Foto Scattata con iPad2

Foto scattata con iPhone4

Foto scattata con iPhone4

SMART COVER

La smart Cover è una vera rivoluzione al concetto di custodia infatti sfrutta un aggancio di tipo magnetico che permette di mantenere la cover unita all’iPad2.

Questo tipo di cover permette una duplice funzione… prima di tutto quella di proteggere e pulire il monitor mentre è chiuso e, in secondo luogo, quello di sorreggerlo in varie posizioni quando è ripiegata nella parte posteriore del tablet.
La nuova cover progetta da Apple a me piace veramente molto perchè è poco ingombrante e permette di mantenere inalterata la sua maneggevolezza e, allo stesso tempo, permette di usufruire di tutti i vantaggi della precedente cover che fungeva da supporto per favorire l’operatività in diverse posizioni.

Per molti la Smart-Cover offre meno protezione ( e su questo concordo) rispetto ad altri modelli, ma è anche vero che se si utilizzano questi prodotti con una certa cura una protezione completa non serve.

Il vero difetto che ho riscontrato in queste settimane della smart cover è il fatto che quando viene aperta la parte dedicata alla pulizia del monitor viene a contatto la superficie dove viene appoggiato l’iPad, raccogliendo quindi un po di sporcizia che può essere presente sul piano quindi, all’atto della chiusura, questo sporco viene riportato nel monitor.

In conclusione confermo il fatto che l’iPad2 due non sia un prodotto rivoluzionario rispetto al primo tablet Apple ma un upgrade del quale apprezzo moltissimo le migliori performance che permettono veramente di lavorare in mobilità senza far rimpiangere l’assenza di un notebook.
Questa mia sensazione è stata confermata dal fatto che ho avuto modo di preparare delle presentazioni, anche complesse, direttamente su iPad e non ho minimamente rimpianto il mio Macbook Pro.
Come detto in precedenza la vera delusione arriva dalle fotocamere che si riperquote in foto un po sgranate (soprattutto in condizioni di luce ridotte) e che gratifica poco le foto che vengono realizzate con questo tipo di dispositivo.

A parer mio, allo stato attuale, l’iPad2 è sempre il miglior tablet… mentre nei telefoni si può pensare di sostituire iOS con Android (anche se la maturità di iOS è ancora superiore) nei tablet non ho trovato un avversario capace di farmi scattare la voglia di sostituire l’iPad con un concorrente…

Voi che opinioni avete?


No Responses

Leave a Reply