WWDC 2011: Lion, iOS5, iCloud le considerazioni

Posted by Stefano |06 Jun 11 | 0 comments

Si è concluso da qualche ora il tanto atteso WWDC 2011 che ha portato tantissime novità già dai giorni precedenti … infatti Lion, iOS5 e iCloud erano stati annunciati nei giorni scorsi senza ovviamente entrare nel dettaglio degli argomenti… un atteggiamento molto strano di Apple ma che ha portato ad un aumento del valore delle Azioni di Apple… Detto questo vediamo di scoprire, brevemente, le novità presentate da Zio Steve durante il WWDC.

Lion

La conferenza di Steve Jobs è inizia con Lion, annunciato come il sistema più evoluto ed oltre 250 novità nascoste all’interno del nuovo Sistema operativo di Apple…. Lion sarà disponibile a Luglio solo tramite Mac App Store (4GB) al prezzo di 29,99$ (quindi saranno 29,99€). Ovviamente durante la conferenza non sono state presentate tutte le novità ma è stato dato spazio alle principali 10 (io ne riporto 11 in quanto l’ultima è molto interessante per gli Utenti Pro) novità quali:

  • Multi-touch Gestures: Con Lion tutti i dispositivi Apple saranno in grado di gestire le gestures per facilitare l’attività degli utenti e migliorare la User Experience in quanto finalmente sarà possibile utilizzare tutte e 5 le dita.
  • Full-Screen Apps: Tutte le app potranno essere utilizzate a schermo intero per favorire la produttività dell’utente.
  • Mission Control: con il nuovo sistema saranno unite, in un’unica schermata, Dashboard, Exposè e Spaces un modo tale da accedere facilmente e velocemente a tutte le finestre ed App aperte dall’utente.
  • Mac App Store: Possibilità di fare acquisti in-app purchase e installare qualsiasi app in modo semplice e veloce.
  • Lounchpad: Schermata in stile “desktop di iPhone” dove tutte le apps sono disposte su una griglia per essere facilmente raggiungibili.
  • Resume: Quando si chiude un’app, questa può essere riaperta trovando lo stato del documento come era stato lasciato al momento della chiusura.
  • AutoSave: salva automaticamente i file per evitare la perdita di dati e produttività degli utenti.
  • Versions: Assieme al salvataggio automatico è una funzione interessante in quanto è possibile rivedere quanto fatto in una versioni precedenti del documento e copiare ed incollare i contenuti in modo veloce, in stile Time Machine , tra le diverse versioni.
  • AirDrop: Perette di condividere file e lavorare con altri utenti con un semplice drag and drop attraverso la lista di utenti in rete.
  • Mail: applicazione completamente rivista rispetto a Snow Leopard in cui l’interfaccia (  simile a quella di Mail di iPad) contiene il raggruppamento dei messaggi e le loro risposte in più sono possibili funzioni di ricerca avanzata.
  • Lion Server: possibilità di integrare funzioni della versione server del sistema direttamente in un Mac qualsiasi semplicemente installando servizi aggiuntivi… così che ogni utente possa avere il proprio Server a portata di mano… per esempio con “Lion Server” sarà possobile usare da remoto lo stesso mac da più utenti contemporaneamente.

Ovviamente non posso esprimere un giudizio obiettivo su Lion in quanto non l’ho ancora provato (ci metterò le mani subito a luglio) però dalle prime schermate, video introduttivi ecc ho avuto la sensazione di un sistema operativo snello, molto intuitivo in stile iOS e capace di aumentare la produttività in quanto tutte le funzionalità sono più accessibili.

iOS5

iOS è il sistema operativo mobile più desiderato e copiato tra gli utenti e la concorrenza… iOS5 è la naturale evoluzione dell’attuale quarta versione del sistema operativo in cui vengono introdotte piccole, e in alcuni casi grandi funzionalità, capaci di migliorare la vita in mobilità degli utenti. Alcune novità sono:

  • Notification Center: sarà possibile visualizzare e vedere tutte le novitiche quali mail, tweet, messaggi, promemoria ecc direttamente su una nuova schermata di iOS … vedi foto:
  • iMessage: Applicazione che consentirà a tutti i possessori di iOS di scambiarsi messaggi gratuitamente tramite reti Wifi e 3G.
  • Newsstand: rappresenta una sorta di edicola capace di organizzare e gestire tutte le sottoscrizioni a magazine e giornali dell’utente. Si tratta di una soluzione molto apprezzabile in quanto eviterà di doversi spostare tra diverse app per leggere o sfogliare i magazine digitali preferiti dell’utente.
  • Remainder: è un sistema per gestire le cose da fare… in pratica è una specie di Things integrato in iOS …. Sono proprio curioso di vedere come si comporterà questo servizio nei confronti di Things che è il mio preferito e che continuo a suggerirvi.
  • Twitter: si tratta di una delle funzionalità che apprezzo di più in quanto Twitter è il mio social network preferito, ed avere la possibilità di tweettare da diversi punti di iOS senza passare sempre per un’apposita app aumenta la velocità di comunicazione e divulgazione delle notizie.
  • Camera: permette l’accesso alla fotocamera direttamente da schermata in lock senza dover digitare il codice di sciurezza o fare l’unlock… un passo in avanti per non perdere nemmeno un momento della propria vita.
  • Safari: Da molti ritenuto il browser mobile più veloce è stato ulteriormente migliorato con l’introduzione di redlist, agenda delle cose da leggere (disponibile anche in safari per mac su lion), navigazione a tab e la possibilità di inviare contenuti direttamente dal browser via mail.
  • PC-Free: è l’App che finalmente rappresenta l’inizio della liberazione dei dispositivi mobili da pc e Mac fissi in quanto sarà possibile attivare il dispositivo direttamente dal device ed eseguire il backup e il suo ripristino direttamente via OTA (On The Air).
  • Wi-Fi Sync: altro step evolutivo è la possibilità, e dico FINALMENTE, di sincronizzare il dispositivo mobile con il proprio Mac senza doverlo collegare tramite cavo USB… la domanda che mi sorge è se  sarà possibile la sincronizzazione anche di xCode in fase di sviluppo….

La sensazione che ho avuto delle novità introdotte in iOS5 sono di una mager release capace di colmare quelle funzionalità in cui iOS era carente nei confronti di Android come la sincronizzazione OTA oppure il sistema di notifiche… il miglioramento di iOS5 rispetto al 4 è evidente in termini di usabilità quanto sono stati curati nei minimi particolari anceh le funzionalità secondarie ma, allo stesso tempo, sono rimasto un po deluso dalla mancanza di una vera novità rivoluzionaria….

iCloud

iCloud è il primo vero servizio di Cloud Computing adattato alla realtà attuale… con iCloud di Apple sarà possibile mantenere aggiornati calendari e rubrica tra tutti i dispositivi Apple senza dover ricorrere a servizi esterni come Google Calendar, Google Contacts ecc… in più sarà possibile scattare fotografie da un dispositivo mobile che automaticamente le caricherà sul cloud (tramite connessione WiFi) il quale le invierà l’aggiornamento a tutti i gli altri dispositivi dell’utente (fino ad un max di 10 dispositivi per utente). Le foto caricate in iCloud saranno disponibili sulla nuvola per 30gg un tempo sufficiente per sincronizzare tutti i dati anche negli altri iDevice. Lo stesso viene fatto con i documenti di pages, numbers e Keynote che permetteranno portare sempre con noi tutti i dati… tutto questo gratuitamente e con uno spazio utente di 5GB …. in più iCloud sarà affiancato iTunes icloud dove sarà possibile conservare tutte le canzoni acquistate con itunes dirattamente sul cloud e scaricarle con un touch o in autoamtico in tutti i dispositivi mobili…. mentre per tutte le canzoni “rippate” sarà possibile caricarle o identificarle su itunes ad un prezzo di 24,99$ l’anno su icloud in modo tale da averle sempre con noi….

Allo stato attuale iCloud è la vera interpretazione del cloud in quanto permette di conservare parte delle nostre informazioni sul Web e di usufruirne in locale anche in assenza di connettività senza ricorrere a sistemi evoluti di Caching…. Questo allo stato attuale è la migliore soluzione  che aiuta gli utenti a migrare gradatamente le lore attività sul cloud … è evidente, e sono il primo a sostenere questa tesi, che in futuro sarà necessaria una completa migrazione ai servizi cloud basati su sistemi HTML5 (vedi ChromeOS) ecc ma bisogna anche riconoscere che allo stato attuale (soprttutto in Italia) la banda larga (quella nel vero senso della parola) non è ancora disponibile e quindi poter lavorare in locale e lasciare all’OS di sincronizzare le nostre informazioni sulla nuvola in modo trasparente è forse la soluzione migliore…

Conclusioni:

Anche questa volta Apple ha presentato un sacco di novità e miglioramenti interessanti…. tra le tre novità non vedo l’ora di mettere mano a Lion e soprattutto al servizio Cloud che permetterà finalmente di fare dei paragoni tra le Google Apps ed Apple e soprattutto di avere sempre a portata di mano tutti i documenti scritti in Pages e Keynote senza accettare delle limitazioni.
Lion a mio avviso ha tutte le potenzialità per essere un sistema operativo interessante, veloce e capace di unire il meglio del mondo Mac con le funzionalità di iOS e la sua semplicità in più, con iOS5 e iCloud, il concetto di Back to the Mac è ancora più forte e soprattutto mobile in quanto tutti i dispositivi per quanto riguarda foto, documenti (purchè realizzati con Software Apple) sono sempre sincronizzati in tempo reale e senza la necessità di usare un cavo per o utilizzare dispositivi di massa come HD per sincronizzarli.

La presentazione di Steve Jobs e del suo staff nel complesso ha dimostrato come Apple sia ancora un passo avanti rispetto alla concorrenza ma, allo stesso tempo, mi ha lasciato un po deluso in quanto, nella mia mente, attendevo qualche cosa di più forte rivolta al cloud computing come ad esempio un sistema di Backup (in stile Time Machine) evoluto che permettesse un backup OTA su Time Capsule e questa a sua volta si sincronizzasse con il mega Datacenter di Apple, oppure la possiblità di condividere profili utente del proprio Mac attraverso iCloud … forse sono io troppo pretenzioso e l’utenza in generale non è ancora pronta per tutto questo e lo step intermedio intrapreso da Apple può esseere la strada giusta per raggiungere i miei desideri… ma magari un profilo evoluto del servizio Cloud avrebbe permesso di soddisfare anche gli Evangelist e utenti evoluti che avrebbero fatto volentieri da apri pista per questa nuova avventura di Apple ….

In più offrire iCloud solo gratuitamente e con un limite di 5GB mi sembra un po pochino… magari sarebbe stato interessante un servizio in stile dropbox con capacità di Storege iCloud superiori avrebbe garantito di accentrare tutto in un unico servizio invece di continuare ad usare più servizi come: iCloud per musica, documente iWork e foto e Dropbox per tutti gli altri file… forse dovremmo pazientare ancora un po di tempo.

In più l’altro aspetto, e questo non lo imputo come colpa di Apple, è capire come tutte queste funzionalità saranno gestite e quanto onerose saranno per le tasche degli utenti e degli abbonamenti telefonici… perchè, conoscendo gli operatori italiani (Vodafone e Tim in primis), sicuramente non faranno un piano per gli utenti (e qui spero in 3italia che ha già dato segno di guardare al bene dell’utente che ai guadagni … mi riferisco all’offerta per iPad) e per la loro user Experience ma cercheranno un modo per massimizzare il loro profitto ai danni degli utenti… staremo a vedere.

Che altro dire… rimanete connessi per leggere in anteprima i test dei nuovi prodotti Software di Apple…

Voi siete rimasti sorpresi positivamente o negativamente dalle novità del WWDC?? Forza fatemi sentire la vostra voce.


No Responses

Leave a Reply