Google e il Search Engine Realtime

Posted by Stefano |24 Oct 09 | 0 comments

Google-TwitterIn questi ultimi mesi il mondo di internet sta assistendo ad una serie di cambiamenti che coinvolgono in particolar modo  i motori di ricerca. Questa necessità di cambiare è spinta dall’interesse di nuovi competitor a scalfire il dominio di Google.
I cambiamenti che stanno avvenendo sono molti ma solo due di questi attirano il mio interesse e sono: l’introduzione della semantica nei risultati e l’introduzione del concetto di motori di ricerca in tempo reale.
La semantica nei risultati di ricerca è un nuovo approccio che non si limita ad analizzare le parole chiave presenti in un documento ma cerca di comprendere il significato delle informazioni. Di maggiore interesse, per me, è il concetto di Web Search realtime (Motori di ricerca in tempo reale).

Che cosa sono??

Sono motori di ricerca che archiviano i contenuti non appena questi vengono pubblicati e vengono organizzati in modo da offrire una “visione” di quello che accade in rete in quel momento o per la parola chiave ricercata dall’utente in quel momento.
Per fornire questo tipo di risultato i motori di ricerca realtime indicizzano solamente i contenuti che hanno un alto valore di attualità e che vengono generati o condivisi dagli utenti.
Un altro aspetto fondamentale di questi search engine è il grado di condivisione (paragonabile al concetto di autorevolezza per gli attuali motori di ricerca) del risultato fornito, tanto più è alta la condivisione tanto più il risultato può essere pertinente e di interesse per gli utenti.
Un esempio di motore di ricerca tempo reale è : OneRiot.

La diffusione di questi search engine ha avuto inizio grazie a Twitter e a microblog che hanno incrementato e velocizzato la diffusione delle notizie, creando attorno a queste fonti di informazione un nuovo modo di divulgare le notizie e un nuovo approccio alla ricerca.

Google è realtime?

Si o meglio, è di questi giorni la notizia dell’accordo tra Google e Twitter per comprendere nei risultati ri ricerca i “post” presenti in Twitter. Con questo accordo Google dichiara apertamente il suo ingresso nel settore del serch engine realtime.
Lo scopo di questo scelta è quello di migliorare ulteriormente i risultati di ricerca e di aumentare l’esperienza dell’utente nelle proprie ricerche web. Con l’ingresso di Big G nel campo delle ricerche realtime dimostra come Google non voglia perdere il proprio dominio nei confronti dei competitor e dimostra, ancora una volta, come a Montain View ci si stia impegnando ancora molto nel settore che ha reso Google un colosso mondiale.


No Responses

Leave a Reply